La tavola periodica delle tecnologie Disruptive

Quante volte, navigando sui social o sul web, vi siete trovati di fronte ad articoli che acclamavano la “Scoperta che rivoluzionerà il modo di…”? Siamo quotidianamente bombardati da questo tipo di notizie, a tal punto che molte vengono dimenticate ben presto.

C’è chi però ha pensato di raccoglierle tutte all’interno di uno schema ben preciso: la tavola periodica delle Disruptive Technologies.

Di cosa si tratta? Questo modello, creato da Richard Watson e Anna Cupani di Imperial Tech Foresight, suddivide tutte le tecnologie presenti e future in base allo stato di avanzamento degli studi. Con la sua struttura basata sulla tavola periodica degli elementi, la tavola periodica delle tecnologie disruptive è un mezzo per organizzare i progressi dell'ingegno umano.

La tavola offre un'intuizione profonda su come l'ingegno umano si svilupperà negli anni a seguire. Queste 100 diverse tecnologie presenti nel grafico probabilmente avranno un impatto consistente sull'umanità, con significativi cambiamenti sociali, economici o politici.

La struttura

Come leggere questa tavola periodica?

L'asse Y classifica in ordine crescente di forza il potenziale dirompente della tecnologia, mentre l’asse X viene rappresentato con il tempo impiegato per l’adozione dell’innovazione da parte delle persone.

Le tecnologie sono illustrate come caselle e sono divise in quattro gruppi, che indicano se sono già realtà o quando probabilmente saranno create.

  • Horizon 1 in verde: sono tecnologie che sono già presenti. Es. Trasferimento di energia attraverso la tecnologia wireless.
  • Horizon 2 in giallo: sono le prossime tecnologie che probabilmente verranno create tra 10-20 anni. Es. Stampa 3D degli organi umani.
  • Horizon 3 in rosso: sono tecnologie che probabilmente emergeranno in un futuro più lontano, ossia tra più di 20 anni Es. Viaggi aereospaziali a basso costo
  • Ghost Technologies in grigio: sono tecnologie che attualmente ci sembrano appartenere alla fantascienza. Un esempio su tutti il trapianto di testa. Ma la storia della scienza e dell’innovazione tecnologica ci dimostra che ciò che inizia come impossibile o poco plausibile spesso finisce per essere ovvio e inevitabile.

Se sapere il nome della tecnologia non vi dovesse bastare, nessun problema. I numeri atomici di questa tavola sono in realtà l’indicazione della nota corrispettiva. Nelle note potrete quindi scoprire le aziende che fanno ricerca in merito o che le hanno sviluppate.

Le sigle, poste sempre all’interno della casella, sono indicative delle cinque aree tematiche principali: Data Ecosystems, Smart Planet, Extreme Automation, Human Augmentation e Human-Machine Interactions.

La tabella è chiaramente un Work in Progress continuo. Non possiamo con certezza definire che cosa si realizzerà nel futuro. Tuttavia è un interessante fotografia dello stato attuale della ricerca in campo tecnologico.

Curiosi di scoprire tutte le tecnologie attuali e future? Ecco la tabella di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Scopri la tavola periodica